Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)

Shambala in pietra lavica

✔︎ Il bracciale Shambala con grani di Pietra Lavica e Onice bianco è rifinito con un elegante chiusura in argento. 
✔︎Ci aiuta a controllare le nostre energie negative
✔︎Aggiungi una goccia di olio essenziale sulle pietre per l’aromaterapia

26,00
26,00

Bracciale Shambala con legature triple intrecciato con Pietra Lavica e vetro di Boemia.

Il bracciale Shambala è regolabile e adatto a tutti.

La Pietra Lavica e la sua energia

La pietra lavica è una pietra con energie primordiali molto potenti.

Basti pensare che si forma grazie all'eruzione dei vulcani che portano alla superficie rocce e minerali fusi racchiusi nelle profondità della Terra. Questo materiale eruttivo una volta arrivato in superficie comincia a solidificarsi venendo a contatto con l'aria o con l'acqua.

La sua energia unisce il mondo interiore con l'esteriore, ci aiuta a controllare nostra energia in eccesso e a contrastare le energie negative.

La pietra lavica può anche essere usata unita all'aromaterapia, basta aggiungere alcune gocce su una o più di olio essenziale sulle pietre e strofinare leggermente affinché venga ben assorbita dalla pietra lavica ed il profumo vi accompagnerà per giorni.

Il Significato di Shambala

Il nome Shambala prende ispirazione dal mitico e segreto regno descritto nel Canone Tibetano, un regno che si ipotizza essere situato a nord dell'India o al nord della regione Himalayana.

Essendo un regno di seguaci del tantrismo, le sue caratteristiche fisiche riflettono i simboli questa via spirituale: la sua forma è quella di un gigantesco fiore di loto, circondato da gigantesche montagne innevate, unitamente a splendidi boschi e da due laghi dove uomini e Deva trascorrono il loro tempo a bordo di navi adornate da splendidi gioielli.

Secondo la leggenda non esistono rei, punizioni o prigioni a Shambala in quanto i suoi abitanti sono naturalmente virtuosi e ottengono l'illuminazione in questo corpo e in questa vita mediante le corrette pratiche religiose.”